L’anno scorso 20 milioni di turisti stranieri sono arrivati ​​nei Paesi Bassi e hanno soggiornato almeno una notte, secondo i dati dell’ente turistico nazionale NBTC. L’aumento del 7% rispetto al 2018 è in linea con le previsioni. Circa l’80% dei visitatori proveniva dall’Europa, in particolare da Germania, Belgio e Gran Bretagna.

Il ruolo dell’NBTC sta cambiando, ha affermato Vranken in una dichiarazione sul sito web. “Stiamo lavorando per un approccio più sostenibile a Destination The Netherlands”, ha affermato. “Oltre al marketing verso il tipo di ospiti che vorremmo ricevere, stiamo rafforzando il nostro ruolo in termini di approfondimento, strategia e posizionamento dei Paesi Bassi.”

L’anno scorso un think tank ha affermato che il governo deve investire per garantire che i Paesi Bassi rimangano un luogo piacevole dove vivere mentre il turismo continua a crescere. Mentre il turismo genera il doppio dell’introito rispetto al settore agricolo, per il tesoro solo una manciata di dipendenti pubblici è impegnato per definire le politiche.