IL CASO La “Federatie van Koerden” richiama alla calma i curdi olandesi mentre aumentano le proteste nei Paesi Bassi

La Federazione dei Curdi nei Paesi Bassi (Federatie van Koerden) ha richiamato gli aderenti alla calma, nonostante i bombardamenti che, nei giorni scorsi, il governo di Erdoğan ha portato avanti nei confronti di PKKYPG tra Iraq e Siria.

Stiamo cercando di raffreddare gli animi qui in Olanda” ha detto un portavoce della Federazione al Volkskrant “È logico che molti Curdi con famiglia in Turchia e qualche volta in Siria e Iraq siano preoccupati e che la tensione salga. Ma non volgiamo che questo porti ad atti di violenza nei Paesi Bassi.”

Le proteste delle enclaves curde in Europa, del resto, sono in costante aumentato a seguito della strage di Suruç del 20 luglio scorso, nella quale 32 giovani socialisti Curdi diretti a Kobane sono rimasti vittime di un attentato dinamitardo.

Nei Paesi Bassi, la comunità curda ha già manifestato in piazza Dam ad Amsterdam, all’aeroporto di Schipol e alla stazione centrale di Rotterdam. Proprio oggi, poi, si terrà un sit-in di protesta davanti alla sede del consolato Turco, sempre a Rotterdam.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli