Il ministro dell’interno Kajsa Ollongren non vede possibilità di eliminare l'”escamotage del toeslag familiare”, ossia la pratica diffusa da parte di alcuni alti redditi di acquistare immobili e affittare appartamenti ai figli, in parte pagati dallo Stato. Come? Chiedendo il toeslag, sussidio per l’affitto.

Sono in molti in parlamento a ritenere questa pratica diffusa immorale e soprattutto un peso per le casse dello stato. In risposta ad un’interrogazione del PvdA, il partito laburista, Ollongren è d’accordo con le osservazioni dei colleghi ma secondo lei non molto si puo’ fare.

Modificare la normativa escludendo la possibilità di susssidi per i familiari, ha detto in risposta all’interrogazione, sarebbe una violazione del principio di uguaglianza. Nel 2015, secondo CBS, il governo avrebbe pagato oltre 3 miliardi di euro i toeslag.

“Un inquilino che ha un contratto di locazione con un membro della famiglia sarebbe quindi trattato diversamente da un inquilino che non affitta da un familiare” è l’argomento del ministro.

In realtà, secono i legali dell’associazione di consumatori Consumentenbond, sarebbe possibile intervenire.