La casa automobilistica Volkswagen ha ricevuto dall’Autorità olandese a tutela dei consumatori e del mercato per pubblicità ingannevole. La sanzione di € 450.000 è stata inflitta per “pratiche commerciali sleali”, perchè Volkswagen pubblicizzava alcuni modelli come ecologici “mentre i risultati dei test delle emissioni erano stati manipolati da un software.”

L’organizzazione dei consumatori olandese Consumentenbond ritiene che questa sanzione possa aprire la  la strada a richieste individuali di risarcimento per coloro che hanno acquistato le automobili “truffati” dalla pubblicità, dice l’emittente NOS.

Nell’autunno 2015, Volkswagen ha ammesso di aver venduto 11 milioni di auto in tutto il mondo superando l’eco-test  grazie ad un software che consentiva ai veicoli di ridurre le emissioni durante le prove nonostante il livello inquinante fosse di gran lunga superiore.

Secondo l’autorità ACM, la sanzione sarebbe stata cosi dura proprio per inviare un segnale chiaro ai costruttori: i consumatori hanno il diritto di ricevere informazioni attendibili.

Stando a NOS, il colosso tedesco dell’automobile avrebbe già pagato 15miliardi di dollari di multa negli USA.