La crew di un programma televisivo olandese che indaga su persone scomparse è stata sequestrata in Colombia. Il presentatore Derk Bolt e il cameraman Eugenio Follender erano sulle tracce della madre di adolescente adottato da una coppia olandese quando sarebbero scomparsi nella regione settentrionale di Catatumbo, vicino al confine con il Venezuela.

Milizie armate sono attive nell’area e secondo l’esercito colombiano, Bolt e Follender sarebbero stati sequestrati da milizie del movimento ELN. Al caso è stata assegnata “la massima priorità”, ha detto un portavoce del ministro degli esteri al tg di NOS.

L’ambasciatore in Colombia sarebbe già arrivato nella regione in cui Bolt è scomparso. Sempre secondo l’emittente, l’esercito colombiano avrebbe già inviato sul posto, un’unità specializzata in casi di rapimento.

L’ELN è coinvolto da tempo in colloqui di pace con il governo colombiano nonostante questi procedano lentamente.

Bolt, 62, il giornalista rapito lavora per dal 1991 per il programma Spoorloos (scomparso, o senza traccia) una sorta di “Chi l’ha visto” olandese.