Lumixbx, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Il Comitato per l’eliminazione della discriminazione razziale (CERD) delle Nazioni Unite ha espresso preoccupazione per la violenza a sfondo razziale nel corpo di polizia in Belgio, dice VRT. Il Comitato ha invitato le autorità ad agire per affrontare la questione.

Secondo il CERD, un comitato ONU composto da 18 esperti indipendenti, il Belgio aveva già adottato diverse “good practice” per affrontare la questione del razzismo, soprattutto per quanto riguarda la discriminazione nell’accesso alle professioni ma stando al Comitato la situazione è ancora preoccupante.

La violenza a sfondo razziale è uno di questi problemi: il CERD afferma che dall’inizio della crisi Covid e durante le recenti manifestazioni contro il razzismo sono state numerose le segnalazioni di violenze della polizia. Profilazione etnica e pregiudizi sarebbero all’ordine del giorno e discriminazioni frequenti sarebbero visibili anche contro la comunità rom.

Il CERD, dice ancora VRT, chiede alle autorità belghe di sottoporre eventuali accuse di incidenti razzisti che coinvolgono la polizia a un’indagine approfondita e indipendente e di aumentare la diversità etnica degli agenti. Il CERD verifica che i 182 paesi che hanno aderito alla convenzione delle Nazioni Unite sull’eliminazione della discriminazione razziale rispettino le sue condizioni.