Olanda satura anche per quanto riguarda il traffico aereo, così la pensa la maggioranza dei cittadini secondo uno studio commissionato dal governo. La ricerca, condotta dall’agenzia Motivaction, mostra che la maggioranza non vuole più aumentare il numero di voli da e verso i Paesi Bassi. Solo il 35% degli olandesi è favorevole ad un’ulteriore espansione mentre il 54% è contrario.

In larga parte, per il 54% di contrari, la ragione sarebbe un sostanziale equilibrio raggiunto: di più, secondo la maggioranza della maggioranza, sarebbe troppo. 1/3 di questi vuole uno stop per ragioni ambientali mentre 1/3 rimanente è infastidito dall’inquinamento acustico.

I risultati della ricerca sono una mazzata per i sostenitori, il governo in primis, di un’ulteriore crescita del volume di Schiphol. Domani tutte le parti interessate, i residenti, gli amministratori e il settore dell’aviazione si riuniranno per prendere una decisione sulla crescita futura dello scalo.

Metodi alternativi per limitare il fastidio causato dall’aviazione possono contare su molto supporto: aerei più silenziosi, meno inquinanti e addirittura quelli elettrici, sono considerati possibili alternative.

Il 34% è favorevole ad una tassa sull’aviazione.