UNI

UNI

Troppi studenti internazionali, il governo annuncia provvedimenti ‘nazionalisti’

Agli studenti stranieri nei Paesi Bassi verrà offerto aiuto per l’apprendimento dell’olandese e quelli extra UE potrebbero essere costretti a pagare più tasse qualora entrassero in vigore le nuove misure del governo.

Il ministro dell’istruzione Ingrid van Engelshoven ha dichiarato venerdì di voler ridurre la crescita del numero di studenti stranieri nelle università olandesi e nei college hbo, dove ora rappresentano circa l‘11,5% del corpo studentesco totale, il doppio rispetto a 10 anni fa.

Gli insegnamenti in inglese e il problema degli alloggi, sono tra le priorità da affrontare ha detto la ministra.

Sebbene gli studenti di altri paesi contribuiscano all’economia, al mercato del lavoro e al mondo accademico olandesi, questo apporto non può superare certi limiti, ha detto la van Engelshoven.

“Come ministro della cultura, sono legato all’olandese”, ha detto Engelshoven. La ricerca del ministero mostra che la crescita del numero di studenti internazionali sta mettendo sotto pressione il finanziamento, la qualità e l’accessibilità dell’istruzione, ha affermato. “Per portare più equilibrio, il governo vuole rivedere le regole per i corsi non in olandese”, ha detto il ministro.

I dipartimenti che vogliono offrire una parte sostanziale dei loro corsi in lingue diverse dall’olandese dovranno dimostrare che questo ha un valore aggiunto per gli studenti, ha affermato. Agli studenti stranieri verranno offerti anche corsi di olandese, il che li incoraggerà anche a rimanere nei Paesi Bassi dopo la laurea e a contribuire all’economia olandese, ma senza obblighi, ha detto alla NRC.

Per gli extra UE, inoltre, le tasse universitarie saranno più salate; saranno, inoltre, ridotte le borse per studenti stranieri e il numero di borse di studio per studenti olandesi all’estero sarà raddoppiato a 1.540, ha detto il ministro. Molti uffici di promozione dell’istruzione olandese all’estero saranno chiusi.

SHARE

Altri articoli