I partiti della coalizione di governo della capitale, GroenLinks e D66 vogliono che la “qualità” giochi un ruolo maggiore nella scelta di quali festival abbiano spazio nella città. “Dobbiamo scegliere in termini di contenuto, siamo costretti a farlo perché lo spazio sta diventando scarso”, ha detto il consigliere del GroenLinks Zeeger Ernsting a Park Politiek sul canale AT5.

Dall’inizio della stagione dei festival, ci sono state molte lamentele sul rumore in città. “Casa nostra ha tremato per ore”, ha scritto un residente lo scorso fine settimana. E questo mentre la nuova politica sugli eventi avrebbe dovuto avere lo scopo di offrire migliorare la situazione relativa ai festival.

D66 condivide il fastidio dei residenti ma chiede anche un minimo di tolleranza: secondo la consigliera Marijn Bosman, i festival sono parte della città. “In ogni luogo è possibile un massimo di tre festival ] capisco che è fastidioso ma alle undici sarà tutto finito e forse sarebbe giusto che che tutti si godano quel momento.

Secondo il Partito per gli Animali l’accordo di coalizione sui festival sembra, più che altro, un “opuscolo illustrativo dei festival”: per loro non dovrebbero esserci festival nei parchi.

Zeeger Ernsting di GroenLinks concorda in parte. “Sotto la guida della politica VVD, il governo della città è stato a lungo promotore di iniziative commerciali. Abbiamo sempre meno spazio, avremo una carenza per la sedi di eventi e presto non saremo più in grado di concedere licenze quindi dobbiamo operare scelte precise “.

Ernsting vuole che la politica odierna sugli eventi, vecchia di appenaun anno, venga adeguata in modo da organizzare un numero minore e migliore di festival. Secondo Ernsting, le caratteristiche dei nuovi festival devono essere: meno commerciale, che aggiunge qualcosa all’offerta culturale.

Tra i festival considerati “perfetti” per Amsterdam: DGTL (sostenibile), Milkshake (emancipazione LGBTI) e Vunzige Deuntjes (arricchimento culturale). Via a quegli eventi dove, sostanzialmente, c’è un palco con Spotify. Quello può andare anche ad Almere.