Pic by Mara Noto/31mag

Da oggi, gli scienziati minacciati o intimiditi possono contattare la piattaforma Sciencesafe.nl. Questa hotline li aiuta a ottenere il giusto sostegno, spiega NOS.

Pieter Duisenberg, presidente di Universiteiten van Nederland (UNL), afferma a NOS Radio 1 Journal che non ci sono dati ufficiali sul numero di volte che gli scienziati ricevono minacce, ma stando a loro inchieste interne, il fenomeno sarebbe in aumento negli ultimi anni, soprattutto dopo la pandemia.

La hotline è un’iniziativa delle università dei Paesi Bassi, dell’Organizzazione olandese per la ricerca scientifica e dell’Accademia reale delle arti e delle scienze dei Paesi Bassi (.Nederlandse Organisatie voor Wetenschappelijk Onderzoek en de Koninklijke Nederlandse Academie van Wetenschappen) Gli scienziati non denunciano sempre minacce o intimidazioni. “Con questa piattaforma, speriamo di ottenere un quadro migliore”, afferma Duisenberg.

Secondo la comunità scientifica in NL è importante che gli esperti continuino a fare apparizioni pubbliche per condividere le loro conoscenze con la società e il timore di ritorsioni non dovrebbe avere un impatto.

Sciencesafe.nl è stato sviluppato sulla falsariga di una hotline simile per giornalisti: PersVeilig. La nuova hotline è sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, della Cultura e della Scienza. Quando la hotline è stata annunciata a luglio, il ministro Dijkgraaf l’ha definita un’iniziativa importante. “Gli scienziati devono essere in grado di svolgere il proprio lavoro in sicurezza e sentirsi liberi di discuterne con la società”.