E’ iniziata ieri la marcia di Geert Wilders per le elezioni del 15 marzo con un affondo all’indirizzo della “feccia marocchina”: il leader islamofobo ha avviato ieri, 18 febbraio, la campagna elettorale per il voto del prossimo mese. 

Sulla piazza del mercato di Spijkenisse, piccolo centro a sud di Rotterdam la sua città natale. Come racconta il portale NOS, massiccia la presenza della stampa estera e della sicurezza. Presente anche un piccolo gruppo di manifestanti che gridava slogan contro Wilders; questa volta, però, nessuno è finito in manette.

Certo della presenza di media stranieri, oltre alla retorica anti-immigrati ed anti-islam in olandese, Geert Wilders ha aggiunto strali anche in inglese.