Nel tardo pomeriggio dello scorso mercoledi, 3 agosto, il tribunale ha bloccato lo sciopero previsto all’areoporto di Schipol del personale di terra facente capo alla compagnia KLM.

Il giudice ha sentenziato che serve più tempo alla compagnia ed ha perciò richiesto il suo accantonamento temporaneo fino all’11 di agosto.  Durante un’intervista all’agenzia ANP, il sindacato FNV ha ammesso di esserne rimasto assai sorpreso.

La scorsa settimana, quando la KLM ha rifiutato di concedere l’emanazione di misure per tagliare i costi relativi al personale di terra, le trattative tra questa e il sindacato hanno raggiunto un punto morto.