Un deputato del Kosovo, Blerim Kuci, ha esercitato la facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio da parte dell’ufficio del procuratore del Tribunale per il Kosovo, una corte speciale istituita a Den Haag per giudicare i crimini commessi dagli indipendentisti kosovari durante la guerra civile contro i serbi.

Kuci, che era comandante dell’esercito di liberazione del Kosovo (KLA), è uno dei tanti ex membri dell’UCK convocati dai procuratori dell’Aia per il suo ruolo durante e dopo la guerra del Kosovo che durò dal 1998 al 2000. Il suo avvocato, Artan Qerkini, ha confermato che il parlamentare è stato convocato come inquisito a Den Haag. Domenica scorsa, Kuci si è recato all’Aia e, secondo il suo avvocato, tornerà in Kosovo mercoledì.

L’Associazione dei veterani dell’UCK ha annunciato che decine di ex membri dell’UCK sono stati convocati a l’Aia per essere interrogati.