L’ex combattente Lahi Brahimaj ha detto ad inizio mese a BIRN di aver ricevuto un mandato di comparizione dall’ufficio del procuratore del Tribunale per il Kosovo dell’Aia, che sta indagando sui crimini commessi durante e dopo la guerra. 

“Non voglio dire quando ho ricevuto l’invito o quando darò la mia testimonianza, ma posso confermare che andrò“, ha detto. E alla domanda se fosse stato invitato come testimone o sospettato, ha risposto: “Come uno dei leader del KLA”. 

Nel 2008 il Tribunale per l’ex Jusgoslavia aveva inizialmente assolto Haradinaj e Balaj da tutte le accuse di crimini di guerra e crimini contro l’umanità, ma condannò Brahimaj a sei anni di carcere. In appello venne assolto.

Brahimaj è l’ultimo di una serie di ex personaggi dell’UCK  chiamati per essere interrogati quest’anno dall’ufficio del procuratore.. Si prevede che indagheranno e processeranno i sospetti per crimini commessi dal 1998 al 2000, tra cui uccisioni, rapimenti, detenzioni illegali e violenze sessuali.