Secondo l’Outbreak Management Team (OMT)  i trasporti pubblici stanno tornando ad essere utilizzati e mantenere le distanze, dice NOS, diventa sempre più difficili.

“Questa situazione è spiacevole e contrasta con il messaggio generale di evitare luoghi affollati”, afferma il presidente Jaap van Dissel.

Un portavoce di NS riconosce all’agenzia di stampa ANP che non è sempre possibile mantenere la distanza di 1,5m: “Questo è il motivo per cui il trasporto pubblico è stato anche il primo posto nei Paesi Bassi dove le mascherine sono diventate obbligatorie”.

Le ferrovie olandesi affermano che circola con il 10% in meno rispetto al numero normale di treni, mentre le corse viaggiano con il 25 -30% dei passeggeri. “Molti di più rispetto al primo lockdown, quando la percentuale era al di sotto del 10%”, ha detto il portavoce.