I contratti collettivi fanno bene ai lavoratori: secondo l’istituto di statistica CBS, i settori coinvolti da trattative centralizzate hanno portato ad un incremento dei salari dell’1,9%.

Lo stipendio degli statali era stato congelato per diversi anni, come misura anticrisi, e ora è cresciuto del 3,4% mentre quello nel settore privato, di media, dell’1,7%.

Il più grande aumento – 2,8% – è stato registrato per gli edili. Infondo alla lista, il settore finanziario dove gli stipendi sono aumentati appena dello 0,9%.

Gli economisti e la Banca centrale olandese hanno recentemente lanciato un appello alle aziende affinchè aumentino le paghe mentre il sindacato unico FNV, chiede che gli stipendi salgano dal 2,55 al 3%.