Un numero crescente di viaggiatori chiede una migliore applicazione dell’obbligo di indossare mascherine sui mezzi pubblici, secondo quanto riferito dall’organizzazione dei viaggiatori Rover sulla base dei reclami ricevuti circa il trasporto pubblico e sulla hotline dedicata al coronavirus.

La hotline ha ricevuto oltre 500 denunce, il 74% delle quali riguardava l’ uso di mascherine. Il 43% delle lamentele proviene da viaggiatori che non vogliono indossare una mascherina – si lamentano della mancanza di respiro, del disagio o dicono di avere paura che la mascherina causi problemi di salute. Il 26% dei reclami proveniva da viaggiatori che riferivano che altre persone sull’autobus o sul treno non indossavano una maschera o non la indossavano correttamente.

“Questi rapporti sono aumentati nelle ultime settimane”, ha detto Rover. “Sempre più viaggiatori chiedono il rispetto dell’obbligo dell’uso della mascherina nel punto di segnalazione“.   Secondo Rover, le richieste di esecuzione sono arrivate da viaggiatori preoccupati per la loro salute o dall’uso del trasporto pubblico per visitare un membro della famiglia con problemi di salute. Dopo le mascherine, i viaggiatori si sono spesso lamentati di dover registrare la propria bicicletta e di non essere in grado di mettere in pausa gli abbonamenti al trasporto pubblico.