The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.



Quasi metà dei tutti i belgi – il 43% – ha intenzione di evitare di usare i trasporti pubblici nei prossimi mesi per le preoccupazioni del coronavirus, secondo lo studio di Deloitte Belgium.

Deloitte ha parlato con 3.000 belgi, e gli ha chiesto quali fossero le loro preoccupazioni economiche o sanitarie riguardanti le loro scelte di mobilità in seguito al lockdown. Il risultato è che più di 4 persone su 10 preferirebbe evitare di usare i trasporti pubblici per ragioni legate alla sanità. La tendenza, afferma la società, è in linea con i risultati trovati altrove: il 46% in Germania, il 54 in Francia, mentre l’Italia (68%) e la Spagna (64%) erano ancora più riluttanti a tornare a utilizzare il trasporto pubblico.

Alcuni intervistati hanno addirittura suggerito che il passaggio dal trasporto pubblico ad altre alternative potrebbe durare anni e Deloitte ha avvertito questo potrebbe risultare in un ritorno all’uso dell’auto privata, con conseguenze prevedibili per l’inquinamento e il traffico. Lo studio conclude che è necessario adottare misure su diversi fronti. Le autorità di trasporto pubblico devono lavorare per riconquistare la fiducia dei passeggeri, utilizzando i computer per misurare l’occupazione dei veicoli in tempo reale e fornendo possibilità di pagamento contactless – cosa già in corso sulla rete dell’autorità di Bruxelles Stib.

D’altro canto, le imprese potrebbero contribuire introducendo o estendendo l’uso del trasporto marittimo, che allo stesso tempo aiuterebbe a diminuire il traffico sulle strade, nonché l’affollamento su autobus e treni. Veicoli affollati destano infatti le maggiori preoccupazioni per gli utenti del trasporto pubblico, nonostante l’obbligo di indossare la mascherina che è in vigore da maggio.

Tuttavia le prospettive non sono tutte negative.“Le analisi di crisi precedenti mostrano che dopo l’iniziale perturbazione del mercato, spesso seguono delle innovazioni. Dopo il covid-19, è chiaro che le aziende devono continuare a innovarsi per adattarsi alle dinamiche di mercato mutevoli. Anche i consumatori dovrebbero trarne beneficio”, afferma lo studio.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!