Stop alle biciclette sui treni: NS ha annunciato che non sarà più possibile portare la bici sul treno. La misura è stata introdotta per poter creare più spazio, in prospettiva delle nuove regole sul distanziamento sociale. Oltre alle bici, anche gli sconti di gruppo sono vittime delle restrizioni della graduale riapertura. Dal 1 ° giugno, i treni possono viaggiare secondo il normale orario, a condizione che la presenza di passeggeri sia inferiore al 40% della capacità totale del convoglio, scrivono RTL e NU.nl

Eccezione viene fatta per persone con problem di deambulazione e dovessero far salire sul vagone uno scooter per disabili o mezzi analoghi. Sarà, inoltre, obbligatorio indossare le mascherine perchè il rispetto delle distanze -a bordo- è difficoltoso. In ogni caso, durante la conferenza stampa, il premier ha sottolineato come, in base alle prove scientifiche, l’efficacia delle mascherine sia limitata al non diffondere il virus, per chi è infetto e non a proteggere gli altri.

Le mascherine saranno a carico dei viaggiatori ma chi non le indossa, verrà multato. Gli operatori di NS, oltre alle mascherine, indosseranno anche una visiera protettiva che dovrebbe aumentare la loro sicurezza. Inoltre, il ministro della salute ha fatto sapere che i lavoratori dei trasporti potranno sottoporsi al test con frequenza. Anche i trasporti locali potranno viaggiare solo al 40% e per questi, le difficoltà di creare spazio aumentano. I consigli del premier sono di non utilizzare i mezzi, se non strettamente necessario.