Dopo una tregua, per gli esami finali nelle scuole secondarie, le agitazioni nel trasporto regionale riprenderanno domani.

In alcune zone del Zuid Holland e del Flevoland gli autisti di Arriva incroceranno le braccia; ciò significa, ad esempio, che non ci saranno trasporti su gomma a Leiden, Alphen aan den Rijn e Lelystad.

A Deventer e Zwolle tocca ai conducenti di Syntus mentre i colleghi di Connexxion si fermeranno a IJsselmond (Northwest Overijssel e Flevoland) e parti del Noord-Holland, tra cui Haarlem e il nord della provincia. Lo sciopero durerà l’intera giornata.

Le ragioni dello sciopero riguardano ancora il mancato accordo collettivo su salari e carichi di lavoro”, afferma il negoziatore Hanane Chikhi della sigla CNV Vakmensen a Omroep West.

La trattativa per un nuovo contratto collettivo di lavoro per 12.000 dipendenti sui trasporti pubblici è ad un punto morto da tempo. “Secondo i sindacati, i turni sono troppo rigidi e l’assenteismo a causa dell’elevato carico di lavoro è elevato, più alto che in altri settori comparabili, dicono i sindacati. Non si tratta solo della salute del guidatore, ma anche della sicurezza del viaggiatore “, ha scritto il direttore di FNV Lutz Kressin sul sito web del sindacato.

Ma l’organizzazione dei datori di lavoro VWOV ha invitato i sindacati a tornare al tavolo dei negoziati sostenendo che gli scioperi non faranno cambiare idea a nessuno.