Una dipendente dell’ufficio del pubblico ministero olandese è stata arrestata in Germania con l’accusa di traffico di stupefacenti. La donna, 53 anni, è finita in manette a giugno insieme alla figlia ed al genero, che erano insieme a bordo di un’auto.

Tutti e tre rimangono in custodia in Germania. È stata arrestata dopo essere stata catturata alla guida di un’auto appositamente attrezzata per il traffico di stupefacenti, ha riferito l’agenzia di stampa ANP.

L’auto è stata fermata ad un posto di blocco e, dopo un’operazione di ricerca, si è scoperto che l’auto conteneva due chili di cocaina, sei chili di anfetamine e 10.000 pillole di ecstasy.

La donna ha negato di essere a conoscenza della presenza delle droghe, ha detto ANP. Non è noto quale lavoro svolgesse all’interno del dipartimento, ma è stata sospesa.