Il governo non renderà pubblici i verbali delle discussioni interne e le relazioni sulle riunioni del team di gestione dell’epidemia OMT, il principale organo di consulenza del governo su come affrontare la pandemia, scrive il portale AD. Secondo il ministro della Salute Hugo de Jonge, la pubblicazione di questi documenti potrebbe influenzare l’autonomia dei singoli membri OMT.

Il Comitato è guidato da Jaap van Dissel, direttore dell’istituto di sanità pubblica RIVM ed è composto da medici, virologi ed epidemiologi. Scopo di OMT è suggerire al governo, sul piano tecnico, l’adozione di misure. I media olandesi, ricorrendo alla legge sull’accesso agli atti, hanno chiesto all’esecutivo di pubblicare questi documenti ma il ministro ha sempre opposto rifiuto:”La divulgazione significherebbe che i membri dell’OMT non saranno più disposti a partecipare alle riunioni e si sentiranno pressioni nel decidere”, ha detto Hugo de Jonge secondo il quale, la trasparenza sarebbe un “ostacolo al controllo efficace delle malattie infettive e quindi uno svantaggio sproporzionato per la salute pubblica in generale e per RIVM e il mio Ministero”.

Il ministero ha pubblicato gli ordini del giorno OMT per il periodo da gennaio ad agosto e secondo AD, il 27 agosto, l’OMT avrebbe proprio discusso “punti di miglioramento”, citando la composizione dell’OMT, l’organizzazione, la trasparenza e il “rapporto tra scienza e politica / indipendenza dell’OMT”.

La discussione è interessante perchè il presidente RIVM, Van Dissel è stato spesso criticato per l’eccessiva attenzione che ha posto ai politici e al governo nei pareri suggeriti.