The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Il numero di persone che hanno provato ad attraversare illegalmente i Paesi Bassi per raggiungere il Regno Unito nei porti olandesi è diminuito in modo significativo nel primo trimestre di quest’anno, secondo i dati rilasciati dal Koninklijke Marechaussee. Nel primo trimestre gli ufficiali di Marechaussee hanno trovato 130 migranti, rispetto ai 240 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Il Koninklijke Marechaussee è una forza di polizia che lavora come parte dell’esercito olandese ed è responsabile della sicurezza delle frontiere, anche negli aeroporti e nei porti.

Il Marechaussee attribuisce in parte la riduzione della migrazione illegale alle restrizioni di viaggio applicate nei Paesi Bassi e all’estero per frenare la diffusione del coronavirus. Le frontiere in tutta Europa sono chiuse, quindi le persone hanno meno possibilità di provare a sgattaiolare in un altro paese.

La stragrande maggioranza dei clandestini trovati nel primo trimestre, il 92 percento, sono stati trovati con l’aiuto di cani da fiuto  e gli ufficiali di Marechaussee continuano le loro ispezioni senza sosta.

“Le persone stanno ancora cercando di attraversare i confine illegalmente in modi innovativi”, ha detto la polizia. Un 31enne del Regno Unito è stato arrestato il 10 maggio con l’accusa di traffico di essere umani, dopo che agenti avevano trovato due persone nascoste in un armadio e in una scatola nell’area di carico del suo furgone.