di Federica Veccari

 

Manifacto, ad Amsterdam Oost è molto più di uno studio di tatuaggi: galleria d’arte e bottega artigianale, quest’azienda a conduzione familiare ha l’ambizione di diventare una piattaforma per artisti, artigiani e amanti dell’arte alla ricerca di un modo per esprimere la propria creatività.

”La nostra missione”, si legge sul sito ufficiale, ”è quella di colmare il divario tra il tatuaggio e le altre forme di creatività, condividendo idee, promuovendo l’arte e gli artisti; costruire uno spazio collaborativo dove l’ispirazione possa fluire e svilupparsi”.

Manifacto dunque, si propone come un connubio tra diverse forme d’arte riunite sotto lo stesso tetto. In effetti, al di là della parte adibita alla realizzazione di tatuaggi e piercing, gran parte dello spazio è dedicato alla boutique che sostiene e valorizza i lavori artigianali creativi.

Lo studio organizza regolarmente eventi, non solo inerenti all’arte (tra cui laboratori di disegno, corsi di découpage, jam session) ma con un taglio spiccatamente multiculturale. I seminari su specifiche discipline sono aperti a tutti coloro che vogliano parteciparvi, principianti e non.

The Wild One Exhibition, in esposizione dal primo marzo, è stata inaugurata la scorsa domenica e sarà fruibile fino al 12 aprile. La mostra ha raccolto una grande varietà di artisti, locali e internazionali, professionisti ed emergenti. Il lato ”selvaggio” dell’esibizione sta proprio nella diversità degli approcci artistici dei partecipanti, sia da un punto di vista stilistico, sia di contenuti. Si passa, infatti, dal surrealismo onirico che raffigura, come accade nel disegno di Consuelo Sartori, due siamesi radicati in un bonsai, al realismo fotografico che immortala un momento di gioco di alcuni bambini africani.

La boutique si configura, insomma, come punto di connessione tra artisti provenienti da tutto il mondo.

Un altro esempio è l’evento in programma per sabato, un “Talk & film about Papuan Tatu revival by Julia Mage’au”. La serata sarà focalizzata sull’arte dei tatuaggi a Papua e nelle zone limitrofe dell’Oceania. 

 

Promotional Trailer: Tep Tok – Reading Between Our Lines from Sunameke Productions on Vimeo.