The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

DANCE

Tra danza e antropologia: la compagnia Le Grand Cru festeggia 25 anni



Oggi pomeriggio al Goethe Institute di Amsterdam il Culture Talk organizzato da Dutch Culture sarà dedicato al tema della collaborazione nel settore della danza interculturale, con particolare attenzione alla cooperazione tra la fondazione olandese Le Grand Cru e la Compagnie Walo del Benin.

Quest’anno l’organizzazione di danza Le Grand Cru festeggia il suo 25° compleanno. Insieme ai festeggiamenti, il dibattito odierno sarà animato dalla coreografa Rachelle Agbossou del Benin e i direttori artistici di Le Grand Cru, Feri de Geus e Noortje Bijvoets

L’antropologo e coreografo Feri de Geus è stato uno dei direttori artistici di una compagnia di danza professionale nei Paesi Bassi. Venticinque anni fa, ha deciso di cambiare rotta e la sua compagnia è stata adottata dal Grand Theatre di Groningen. Oltre al legame con il nome del teatro, quello della compagnia trova ispirazione anche nel ‘le Cru et le Cuit’ (‘Il crudo e il cotto’) dell’antropologo francese Levi Strauss.

La combinazione di conoscenza antropologica e danza è ancora centrale nel lavoro di Le Grand Cru. La contestualizzazione e la ricerca sui costumi delle comunità locali è ancora il primo passo di tutti i loro progetti.

Nel 1996 la compagnia è stata in Namibia per un workshop intensivo per i ballerini locali.

Da questo primo test Le Grand Cru ha intrapreso una nuova missione dopo il 2008: quella della formazione. Nel 2008 Feri de Geus e il suo compagno Noortje Bijvoets si sono recati per la prima volta a Cuba e in Benin per organizzare programmi di formazione professionale ai ballerini locali.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!