Il distributore olandese di film Dutch FilmWorks ha ottenuto l’autorizzazione di raccogliere gli indirizzi IP e gestire i dati personali degli utenti di Internet sospettati di scaricare film e serie da siti Web torrent. L’autorità sui dati personali, DPA, ha affermato che Dutch FilmWorks ha adottato misure adeguate per gestire e proteggere i dati che riceve.

Un ricorso può ancora essere presentato contro la decisione, ha dichiarato il DPA. I ricorsi contro la decisione possono essere presentati in tribunale fino al 17 gennaio.

All’inizio di quest’anno, il distributore aveva dichiarato di voler chiedere un risarcimento di diverse centinaia di euro da chi scarica illegalmente. La decisione del DPA pubblicata giovedì apre la porta a Dutch FilmWorks per adottare misure legali severe e mirate contro i downloader sospetti.

Tuttavia, Dutch FilmWorks non può semplicemente risalire all’identità dei trasgressori usando solo l’indirizzo IP: per ottenere queste informazioni, la società avrà bisogno della collaborazione dei provider e del giudice.

I dati dell’utente raccolti dal distributore dovranno essere distrutti entro tre mesi se la società non ha deciso di intraprendere un’azione legale contro l’utente. La società è autorizzata a raccogliere informazioni solo su persone nei Paesi Bassi che scaricano film e serie prodotte da Dutch FilmWorks.

Un ricorso contro la decisione può ancora essere presentato, ha dichiarato il DPA.