The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MUSIC

Tomorrowland 2020: il festival si terrà a fine luglio ma in formato digitale

A due mesi dall’annullamento di uno dei più grandi festival di elettronica al mondo a causa del coronavirus, gli organizzatori ci hanno ripensato e hanno annunciato che Tomorrowland 2020 si svolgerà “regolarmente” ma in formato digitale.

Dopo gli assaggi dei mesi precedenti, il mega-festival belga sarà online da sabato 25 luglio fino a domenica 26 luglio, dalle 15.00 all’1.00.

Non sono stati ancora rivelati dettagli sulla scaletta e non è chiaro se gli attuali possessori di biglietti avranno accesso gratuito all’evento. L’acquisto dei tagliandi sarà disponibile sul sito web della manifestazione a partire da giovedì 18 giugno.

Tomorrowland: Around the World sarà caratterizzato da otto palchi musicali, tra cui le abituali piattaforme del festival: Atmosphere, Core, Freedom Stage ed Elixir. La versione digitale del festival avrà anche tre nuovi palchi, appositamente creati e progettati dal team creativo e dagli artisti 3D.

Ogni palcoscenico sarà caratterizzato dalla musica dei migliori artisti del mondodella musica elettronica oltre che da fuochi d’artificio e dagli spettacoli laser che caratterizzano il Tomorrowland.

L’intera esperienza si svolgerà attraverso una location digitale interattiva che i visitatori del festival potranno raggiungere utilizzando un PC, un laptop, uno smartphone o un tablet. Oltre alla musica, le attività comprenderanno webinar, giochi e workshop legati allo stile di vita, al cibo, alla moda e altro ancora.

“Per noi è un po’ come reinventare l’esperienza del festival, ma crediamo davvero di poter portare lo spirito di Tomorrowland e l’intrattenimento nelle case di tutto il mondo. Ci auguriamo che centinaia di migliaia di persone si uniscano in modo responsabile e che vengano organizzati piccoli raduni nelle case – dal Canada all’Australia, dal Giappone al Brasile” ha detto Michiel Beers, co-fondatore del festival belga.

I frequentatori del festival, soprannominati “The People of Tomorrow”, sono incoraggiati a montare tende nei loro giardini, a indossare i loro migliori abiti da festival e ad allestire grandi schermi per creare la loro ”Dream Ville” – il nome dato alla vibrante città, solitamente eretta per i frequentatori del festival.