Il partito laburista di Tilburg ha lanciato una campagna per rimuovere parole in inglese non necessarie dai cartelli della strada principale della cittadina del Brabante.

I negozi comunicano sempre più con i temrini in inglese, piuttosto che con un “normale olandese”, dice il partito. “Non c’è niente di sbagliato nell’usare l’olandese”, dice il partito sul suo sito web. 

‘Vendita è uitverkoop, offerta speciale è “aanbieding”. Non c’è bisogno di usare l’inglese. Il partito ha in programma di dare un premio  al negoziante che utilizzerà il miglior testo della vetrina in olandese o nel dialetto locale di Tilburg.

Secondo Vivien Waszink, dell’Instituut voor de Nederlandse Taal, ha dichiarato a RTL Nieuws che l’uso dell’inglese intimorisce molte persone e benchè sia comune nel linguaggio commerciale, possa diventare -alla lunga- negativo per l’olandese.