Il proprietario di un centro massaggi a Tilburg e suo fratello sono stati arrestati per traffico di esseri umani;  nel salone venivano fatte prostituire illegalmente delle ragazze straniere. Il 51enne proprietario della sala massaggi su Voorschotenstraat è finito in manette martedì. Anche suo fratello che vive a Breda, è in custodia.

Gli arresti sono il risultato di un’indagine durata mesi e partita da denunce nel distretto di Koolhoven, Reeshof; il salone era stato oggetto di diverse lamentele dai residenti.

Il comune di Tilburg. scrive il quotidiano ED, aveva già multato il centro massaggi perchè in violazione delle regole corona era rimasto aperto anche durante il lockdown. Stando al portale, il comune di Tilburg è impegnato attivamente da anni nella lotta alla tratta di esseri umani.