Domenica sera, un ragazzo siriano di 13 anni è rimasto bloccato da solo alla stazione di Tilburg. Non parlava né olandese né inglese. I dipendenti del servizio di sicurezza NS scrivono su Facebook che il bambino è arrivato nei Paesi Bassi da solo.

I dipendenti di NS erano in piedi all’Albert Heijn To Go quando improvvisamente un ragazzino si sarebbe avvicinato a loro, dice il Telegraaf. “Ha iniziato a piangere contro il braccio di uno di noi. Gli abbiamo chiesto cosa stesse succedendo, ma sfortunatamente non siamo riusciti a entrare in contatto a causa della barriera linguistica”, ha scritto un dipendente su Facebook, dicendo che il ragazzino parlava solo arabo.

Una passante che parlava la sua lingua ha aiutato a comprendere cosa fosse successo: il bambino, 13 anni, è un minore non accompagnato giunto nei Paesi Bassi a bordo di un treno.  Hanno cercato, quindi di aiutarlo, e i Marechaussee sono intervenuti per accompagnarlo nella struttura più vicina che potesse offrirgli assistenza