A Tilburg, città frontaliera a sud, è stato arrestato la scorsa settimana un narcotrafficante italo-olandese. A renderlo noto è il portale NOS. Roberto Aurelio Stefano Porru, 38 anni, nato in Olanda da famiglia sarda, è considerato il boss del traffico di stupefacenti tra i Paesi Bassi e la Sardegna.

Secondo l’Unione Sarda, la vicenda è iniziata nel maggio 2016, quando la compagnia dei Carabinieri di Carbonia ha portato a termine l’operazione Calesse, con la quale ha smantellato un’organizzazione dedita all’importazione di droghe dal nord Europa. In quell’occasione, Porru sfuggi alla cattura e da allora è stato latitante nei Paesi Bassi. Gli inquirenti italiani hanno seguito per mesi i suoi spostamenti e con l’aiuto della polizia olandese, lo hanno tratto in arresto lo scorso 21 gennaio.

La spesa

Il trentottenne, che ha doppia nazionalità italiana-olandese, è stato intercettato dal nucleo olandese di polizia FASTNL, che si occupa di localizzare persone ricercate sia in patria che all’estero. Il sospettato è stato arrestato lo scorso Sabato, quando ha lasciato il suo nascondiglio per andare a fare la spesa. Presto l’estradizione in Italia dove rischia fino a 24 anni.