Nuova esplosione davanti ad un supermercato polacco di proprietà di iracheni, scrive NOS. Questa volta è successo a Tilburg e dopo l’esplosione è divampato un incendio che ha causato danni ingenti.

“L’edificio è stato in gran parte distrutto”, dice il giornalista Martijn van der Zande di NOS Radio 1 Journaal. Un residente ha sentito un forte scoppio intorno alle 02:20 ma ha pensato fossero fuochi d’artificio.

Non ci sarebbero feriti e le circostanze dell’accaduto sarebbero ancora in fase di indagine. Stando al proprietario,  Mohamad Mahmoed a Omroep Brabant che ha aperto l’attività ad ottobre, non ci sarebbero ragioni per l’attentato: dice di non avere nemici o conti in sospeso con qualcuno.

Il proprietario è lo stesso dei negozi di Aalsmeer e Beverwijk, che sono stati fatti saltare a dicembre. Gli altri negozi sono della catena Biedronka mentre il supermercato di Tilburg ha un nome diverso, Warszawa XL.