Il governo olandese ha intenzione di procedere con l’esperimento di produzione legale di marijuana. In particolare, l’iniziativa rientra nell’attuale accordo di coalizione, avanzato dal partito liberale D66. L’inizio del progetto è previsto per il 2021, e coinvolgerà un massimo di 10 città. Tra queste Tilburg, Almere e Breda.

All’inizio dell’anno, la Camera dei deputati ha votato a favore, mentre il Senato non si è ancora espresso. A breve, un comitato presieduto dal Professor Knottnerus renderà pubblica la lista completa della città aderenti.

Il tutto mira ad eliminare la coltivazione e fornitura illegale di marijuana, incentivando invece la vendita legale nei coffee shop. Lo scopo è anche determinare se e come sia possibile il controllo della cannabis che arriva nei coffeeshop. Verranno prese in esame le conseguenze su criminalità, sicurezza e salute pubblica.

Oggi infatti, coltivazione e fornitura di cannabis nei coffeeshop rimane proibita, mentre è tollerata la vendita, a determinate condizioni.

Le più grandi città olandesi, tuttavia, non prenderanno parte all’esperimento. Depla invece, sindaco di Breda, sostiene l’iniziativa, insistendo però sull‘importanza di mettere sul mercato prezzi convenienti e almeno competitivi con le vendite illegali. Altrimenti, c’è un alto rischio che si riveli tutto inutile.