Si trattava di un programma di “reinserimento nel mondo del lavoro” per disoccupati di lunga data ma la smania di far fare loro qualcosa, a fronte del pagamento del bijstand, l’indennità di disoccupazione, potrebbe  diventare una tomba per quei lavoratori. 600 disoccupati di Tilburg, impegnati dall’agenzia cittadina tROM in alcune operazioni di pulizia della vernice esterna dei treni, condotte tra il 2011 ed il 2014, affinchè i vecchi convogli venissero poi esposti in un museo cittadino, non sono state condotte rispettando i parametri previsti dalla legge. In breve: nessuna maschera o guanti protettivi per i lavoratori/disoccupati. Ora, a distanza di anni, il comune di Tilburg ha inviato loro una lettera informandoli di essere stati esposti al Chromium 6, una vernice tossica e cancerogena. In realtà non è la prima volta che viene lanciato l’allarme: il sindacato FNV, già in passato aveva parlato di forti rischi per la salute, a proposito delle operazioni di pulizia. 

La  vernice tossica, è stata impiegata inoltre, su autoveicoli e veivoli militari; secondo il quotuidiano NRC, sarebbero molti gli operatori civili e dell’esercito che avrebbero espresso preoccupazione con l’autorità. Alcuni di questi, hanno già mostrato sintomi dell’esposizione alla vernice tossica. Sembra che personale dell’esercito fosse già al corrente da anni dei rischi legati al Chromium 6 ma che non abbia messo in pratica alcuna misura a tutela dei lavoratori.