The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

The Wedding Dance Revealed: alla scoperta del capolavoro di Bruegel

Il Detroit Institute of Arts (DIA) ha allestito un’esibizione accezionale. Al centro c’è il famoso dipinto di Pieter Bruegel (1525/30- 1569) The Wedding Dance Revealed. Non si tratta di una semplice mostra ma di un viaggio alla scoperta delle tecniche scientifiche e tecnologiche che il museo utilizza per studiare le opere d’arte. L’evento è allestito in occasione dei 450 anni dalla morte dell’artista olandese, fino al 30 agosto.

La mostra intende tracciare la storia del dipinto, dalle origini nel 1566 fino all’acquisizione da parte del museo nel 1930. DIA è il secondo museo ad aver acquistato una dello opere di Bruegel. Il dipinto è attualmente il pezzo più costoso e apprezzato del museo. Questa mostra presenta altre tre opere della collezione DIA, oltre a immagini di conservazione (radiografie e infrarossi), materiali d’archivio, pigmenti e una varietà di strumenti ispirati dalla complessa ricerca di Bruegel per ottenere e creare i colori utilizzati nel dipinto.

La mostra inizia con il processo di acquisto del dipinto per mano del diretto del museo nel 1930, Wilhelm Valentiner. Si prosegue in una sala dedicata ai processi di conservazione e restauro avvenuti negli anni ’40 grazie al famoso restauratore William Suhr. La sala centrale si concentra sul dipinto vero e proprio e sulle moderne tecniche di conservazione. L’ultima sala è dedicata alla nascita del dipinto, dalle tecniche usate fino all’origine dei pigmenti dei colori.

“Questa mostra offre ai nostri visitatori un’occasione speciale per esplorare la scienza che c’è dietro al nostro lavoro” commenta il direttore Salvador Salort-Pons.”Il dipinto è un tesoro per questo museo. I visitatori capiranno non solo il lavoro di Bruegel ma anche quello di curatori e restauratori“.