+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

The State of Diversity all’UvA: una serie di incontri per riflettere sulla diversità

Il Chief Diversity Team dell'Universitet van Amsterdam organizza un ciclo di incontri mensili focalizzati sul tema della diversità per pensare ad un ambiente universitario inclusivo ed egualitario

Con i suoi 31.000 studenti, di cui più di 5000 stranieri e almeno 100 ricercatori provenienti da ogni parte del mondo, L’Universitet van Amsterdam offre la possibilità di studiare in un contesto pienamente internazionale. Per questo motivo ambisce a diventare un luogo in cui inclusione ed uguaglianza siano i principi cardine della propria organizzazione.

Per perseguire questo obiettivo, è fondamentale la creazione di un ambiente in cui gli studenti possano sentirsi accolti, rispettati e supportati. Un ambiente che metta in dialogo la diversità dei soggetti che costituiscono la comunità universitaria, a partire dagli stessi studenti fino ad arrivare allo staff interno, per permettere ai rapporti interpersonali di diventare la rete sicura per una serena convivenza.

È questa la missione portata avanti dal Chief Diversity Team dell’UvA: promuovere uno sguardo sensibile  sulla diversità che contraddistingue la società attuale. Per riuscire in questo compito, il  team, capitanato da Anne de Graaf, a partire da questa sera inizierà un ciclo di eventi mensili con lo scopo di presentarsi e spiegare i propri progetti, tutti focalizzati sul concetto di ‘diversità’.

Il Chief Diversity Team dell’UvA ha instaurato un programma di sostegno che si focalizza sull’intersezione dei concetti di genere, etnia, cultura per aumentare la consapevolezza della ricchezza e della diversità che contraddistingue la società di Amsterdam. Cooperazione e  dialogo diventano così il filo rosso che guida gli eventi pensati dal team: porre domande sul patrimonio culturale e sulla responsabilità sociale in modo da  ottenere non solo un ambiente universitario più responsabile ed inclusivo, ma anche per promuovere il dialogo tra quest’ultimo e la realtà cittadina.

La serie di incontri ha lo scopo di creare uno spazio sicuro e visibile in cui studenti, staff universitario,  collettivi ma anche membri della comunità cittadina possano confrontarsi, scambiare idee e progetti. Al centro vengono poste le voci e il lavoro della multiforme natura di ciò che oggi può essere definita ‘minoranza’, con l’aspirazione di iniziare una serie di attività per andare oltre la semplice teorizzazione.

Il primo evento sarà questa sera al CREA Muziekzaal, ore 18.30. Il Chief Diversity Team presenterà il proprio progetto all’interno di un dibattito con le ospiti Inez Blanca van der Scheer e Zawdie Sandviliet, a cui staff studenti e cittadini sono invitati a prendere parte.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!