NL

NL

Testi “pro-droga”, rapper-star turco-olandese arrestato all’arrivo ad Istanbul

Il rapper di Amsterdam Murda (37), nome d’arte di Önder Doğan, è stato arrestato sabato a Istanbul quando è arrivato all’aeroporto di Istanbul perché accusato di “glorificare l’uso di droghe” nei testi delle sue tracce. “Murda è olandese, non ha nazionalità turca e pubblica le sue canzoni nei Paesi Bassi. Quindi in linea di principio non ha nulla a che fare con la Turchia eppure è stato arrestato lì”.

Secondo un portavoce del rapper è la canzone Eh Baba (“Eh Papa” in turco). “Murda dice che fuma uno spinello lui stesso, assolutamente non che le persone dovrebbero fumare spinelli.”

Il management di Murda, Baba Management, riferisce che da allora il rapper è stato rilasciato, dice Volkskrant. Secondo il collaboratore Bulduk, l’artista vuole tornare nei Paesi Bassi per continuare il suo tour europeo, ma non gli è permesso lasciare la Turchia. Ma la situazione non è al momento chiara.

A causa del suo arresto è saltato uno show vicino a Istanbul. Il rapper si scusa per questo e dice che vedrà come rimediare.

Murda è attualmente uno dei rapper olandesi più popolari all’estero, spiega il Parool: ha raggiunto il successo nei Paesi Bassi, ma quando ha iniziato a rappare in turco la sua carriera è decollata enormemente. Nato ad Amsterdam-Nord, ha dominato le classifiche turche per oltre due anni.

 

SHARE

Altri articoli