Lunedì 25 marzo, l’ente di coordinamento nazionale per l’antiterrorismo e la sicurezza dei Paesi Bassi (NCTV – Nationaal Coördinator Terrorismebestrijding en Veiligheid) ha comunicato che la minaccia terroristica nel Paese e nell’Europa Occidentale sta mutando, ma il livello rimane ancora alto.

Nonostante le recenti sconfitte in Siria e in Iraq di DAESH, i jihadisti tentano di colpire in altre maniere. In particolare, i jihadisti olandesi cercano di raccogliere sostegno soprattutto attraverso i social network, avvicinandosi a chi vive già in Occidente per pianificare i futuri attacchi, scrive il Parool.

A causa della persistente minaccia, quindi, il livello di allerta nel Paese resta fissato a 4 (su una scala di 5): ciò significa che la probabilità di un attentato nei Paesi Bassi è reale, ma non ci sono indicazioni concrete.