Delano G. avrebbe preso 150mila euro per sparare al giornalista di cronaca nera Peter R. de Vries. Lo scrive De Telegraaf sulla base di conversazioni con i parenti di G., detenuto come sospettato nel caso insieme al 35enne Kamil E, riporta NOS.

De Vries è stato aggredito a colpi di pistola martedì scorso nel centro di Amsterdam. Il cronista è ora in ospedale in fin di vita.

De Telegraaf scrive che i parenti dell’uomo hanno avvicinato il giornale per raccontare la loro storia:

“Vogliamo che smetta. Il suo comportamento influisce sulla vita di persone innocenti come De Vries e distrugge anche la nostra stessa famiglia. Chiunque sia a conoscenza di qualcosa dovrebbe parlare con la polizia”, hanno detto membri della famiglia, che desiderano rimanere anonimi. .

Nell’intervista, i membri della famiglia racconta no che a G. piace ballare e rappare, ma è anche “terribilmente sensibile” allo status e alle attenzioni. È finito in giri dai quali escono criminali: cominciano portando borse con soldi e droga. E finiscono con omicidi commissionati, dicono i familiari del presunto sicario.

L’ordine di sparare a de Vries potrebbe essere arrivato in relazione al processo 26koper,
un’indagine su un gruppo associato a Ridouan Taghi.