Teatro di Leidseplein contro Apple store: “Cosa avete fatto per i rifugiati?”

Lo Stadsschouwburg, teatro e centro culturale a Leidseplein, nel cuore di Amsterdam, protesta contro l’indifferenza delle multinazionali alla crisi dei migranti prendendosela con l’Apple.

E lo ha fatto in un modo singolare: esponendo sulla sua facciata un banner, laddove solitamente vengono ospitati poster degli eventi in programma. Il banner recita, in olandese:  “Apple cosa hai fatto per i rifugiati?

E indovinate un pò chi è il dirimpettaio del centro culturale della capitale? Proprio il più fornito Mela-store d’Olanda. Lo Stadsschouwburg ospitava proprio nella giornata di oggi, 14 settembre, una maratona oratoria sull’emergenza dei richiedenti asilo; secondo il board del teatro, intervistato dal Parool, Apple pagherebbe poche tasse a fronte degli enormi profitti, senza contribuire in alcun modo ad affrontare l’emergenza in corso.

I commenti all’iniziativa, non sono stati tutti favorevoli: la pagina FB del quotidiano di Amsterdam è stata inondata di insulti e sarcasmo all’indirizzo dello Stadsschouwburg. “Se fossi Apple” scrive un utente “esporrei il seguente banner: date ai rifugiati i sussidi pubblici dello Schouwburg”.

 

Untitled1

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli