Il Pubblico Ministero sta processando il produttore di acciaio, Tata Steel per piogge di grafite contenenti metalli pesanti. Quest’ultime hanno scatenato esplosioni di polvere sul sito a Hoogovens, causando grande disordini e problematiche soprattutto agli abitanti del villaggio vicino, Wijk aan Zee.

Il Pubblico Ministero sta incriminando l’azienda Ijmuiden di aver violato il suo permesso ambientale, secondo il quale la polvere non può diffondersi oltre i 2 metri. “L’azienda non è riuscita a mantenere la sorgente umida e pulita per evitare che la polvere si diffonda” ha riferito un portavoce..

Secondo una ricerca del 2018, le piogge di grafite dell’azienda contenevano metalli pesanti e sostanze cancerogene. Motivo per cui Tata Steel ha fatto costruire un capannone sopra l’area in cui tratta la materia residua. Il capannone è stato inaugurato a maggio di quest’anno.

Una ricerca dell’istituto della sanità pubblica ha mostrato che la quantità di sostanze cancerogene in Wijk aan Zee è aumentata enormemente, fino a quattro volte in un anno. Così come la quantità di piombo trovata nel villaggio quest’estate è stata molto più alta rispetto allo scorso anno.

Il consiglio del villaggio di Wijk aan Zee, che da tempo si oppone alle emissioni di Tata Steel, è soddisfatto dall’immininente processo dell’azienda siderurgica. “È finalmente giunto il momento” dice Sauw Buwalda, a nome del consiglio del villaggio.