The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Surfisti morti a Scheveningen: l’eccessiva schiuma la causa dell’incidente

L’11 maggio un gruppo di nuotatori e surfisti, tra i 22 e i 38 anni, è finito nei guai al largo della costa di Scheveningen nel Mare del Nord. Quella sera i soccorritori hanno recuperato dall’acqua sette persone. Due di loro hanno perso la vita nonostante i tentativi di rianimarle. Il giorno dopo sono stati recuperati anche  i corpi di altre due sportivi. Quel giorno è stato avvistato anche il corpo di una quinta vittima, ma non è stato possibile recuperarlo fino a giovedì.

La causa principale dell’incidente si crede possa essere stata una grande quantità di schiuma, secondo l’indagine coordinata dall’Istituto olandese per la ricerca sul mare NIOZ.

I ricercatori ritengono che le enormi quantità di schiuma siano state causate dall’eccezionale combinazione di elevate quantità di alghe e da un vento insolitamente forte per il periodo dell’anno, riferisce NU.nl.

“Il pubblico ministero non ha riscontrato alcun atto criminale”, ha detto Johan Remkes, sindaco in carica dell’Aia. “Questo non ci restituirà le vittime, ma per le famiglie e gli amici che hanno subito una perdita così grande, la comprensione degli eventi e della sfortunata combinazione delle circostanze è di grande importanza“.

Al momento è tecnicamente possibile su carta prevedere la presenza di schiuma utilizzando una combinazione di modelli, immagini satellitari e misurazioni. Ma lo sviluppo di tale sistema richiederà del tempo. I ricercatori consigliano quindi di informarsi sempre, in modo che le situazioni di pericolo siano meglio riconosciute e gli appassionati di sport acquatici possano valutare meglio i rischi connessi.


TAGS