Jumbo, Albert Heijn e Dirk non hanno sempre tutti gli ingredienti che stai cercando, ma potrebbe averli uno dei tanti supermercati stranieri in Olanda. In questi ultimi anni, sta crescendo la presenza dei supermercati etnici, come ha dimostrato uno studio condotto da KVK.

Il numero di negozi alimentari stranieri è aumentato dell’11% negli ultimi cinque anni, arrivando a contare 819 negozi in tutta Olanda. In totale, nel Paese ci sono circa 6,500 negozi alimentari.

“I clienti cercano qualcosa di veramente specifico che difficilmente si trova nei supermercati normali”, ha detto Theo Urselmann, un portavoce del centro di ricerca per imprenditori indipendenti, Research Center for Independent Businessowners.

Specialmente, polacchi e surinamesi hanno ottenuto popolarità con rispettivamente il 45 e 24% di crescita in termini di numeri di negozi negli scorsi 5 anni.

Dato che i prodotti presenti nei supermercati stranieri sono difficili da trovare da altre parti, per i clienti non sembra essere un problema spostarsi un po’ di più. Questo vuol dire che i negozi stranieri si devono preoccupare meno della posizione rispetto ai brand nazionali quando avviano un’attività. “L’investimento per un imprenditore è dunque relativamente basso”, ha detto Urselmann.

La maggior parte dei supermercati si trova nella provincia del Zuid-holland con 211 negozi, seguita dalla provinzi di Noord-Holland con 207. Il fatto che i supermercati si trovino principalmente nel Randstad non è una sorpresa, secondo Urselmann, “Non solo la maggior parte delle persone vive in quella zona ma ci sono anche più persone con origini straniere.”

La diffusione dei supermercati etnici non influisce sui supermercati normali, ha detto Urselmann. “L’offerta è piuttosto specifica ed è diversa da quello che si trova solitamente in Olanda. I prodotti più popolari vengono spesso presi dai supermercati olandesi.