di Livia Marques

photo credits: Hans Gerritsen

Lo stile di Sidi Larbi Cherkaoui trasmette un’emozione sottile e profonda attraverso la plasticità dei corpi e dei costumi: volteggi colorati ruotano sul palco creando un immagine ipnotica in continuo movimento.

Il coreografo fiammingo-marrocchino, accompagnato di nuovo dal gruppo vocale A Filetta indaga vari aspetti della memoria avventurandosi in paesaggi magnetici e forze polarizzate come attrazione e repulsione.

Il suo In Memoriam è il primo spettacolo della serie TUTTI, un calendario di 3 eventi per celebrare i 45 anni di Introdans, andato in scena ad Amsterdam lunedì 7 novembre presso lo Stadschouwburg, in una sala gremita.

Nella serata TUTTI, come suggerisce il nome stesso, riunisce le due compagnie di Introdans e presenta il lavoro di tre coreografi internazionali.

Premiere 30 september 2016 Stadstheater Arnhem
Premiere 30 september 2016 Stadstheater Arnhem

Segue nel programma Nowhere il brevissimo e intenso lavoro di Dimitris Papaioannou coreografo e visual artist greco per la prima volta nei Paesi Bassi, che mette ogni singolo danzatore al servizio di un’immagine corale fortemente umana, dove il corpo – anche nudo – si presenta agli spettatori con la sua massima potenza.

Cantata dell’italiano Mauro Bigonzetti – già direttore di Aterballetto di Reggio Emilia- è un lavoro fortemente teatrale, accompagnato da un omaggio musicale alla tradizione italiana e affidato al canto femminile di Assurd feat. Enza Pagliara; la performance accompagna in una sorta di gioco che alterna dinamica a racconto, coinvolgendo un gran numero di danzatori. “TUTTI è stata un’esperienza di unione e un anno attraversato dalla celebrazione” raccontano Salvatore Castelli e Giuseppe Calabrese, danzatori italiani di Introdans. TUTTI è in tour fino al 16 dicembre TUTTI e all’inizio del 2017 Introdans torna ad Amsterdam con Hoera voor Hans e Monumentaal.