The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Subaffiti, ispezioni più severe per combattere la morsa immobiliare

La percentuale di affitti illegali nelle abitazioni sociali si aggirerebbe introno al 10% - 20%



Pugno di ferro sull’ispezione degli affitti. Amsterdam sta inasprendo i controlli sulle case sociali: sono sempre di più i locatari che subaffittano illegalmente le proprie stanze/abitazioni. L’amministrazione locale chiede inoltre al governo nazionale di riconoscere il subaffitto come reato penale. A riportarlo è il Financieele Dagblad mercoledì.

L’assessore delegato Laurens Ivens ha dichiarato in un’intervista che il numero di subaffitti non può più essere ignorato. Gli abusi hanno raggiunto numeri tali da impoverire significativamente l’amministrazione. Solo criminalizzando la pratica si potrà recuperare i profitti e sanare la situazione.

La percentuale di affitti illegali nelle abitazioni sociali si aggirerebbe introno al 10% – 20%, riporta il FD.

Una situazione che non fa altro che peggiorare la morsa immobiliare già nota alla Capitale, dove solo il 3% delle abitazioni sociali viene liberato in favore di nuovi acquirenti. Attualmente la speranza di accaparrarsi una casa popolare con un affitto che non superi i €720 mensili, costa 14 anni di lista d’attesa.
 
“Il massimo dell’anti-socialità e della sostenibilità” dice Ivens, rappresentante del Partito Socialista (SP) in consiglio comunale. “Questa gente sta sfruttando proprietà della comunità per arricchirsi, senza alcun timore delle conseguenze”.

Raramente infatti coloro che vengono colti a subaffittare illegalmente vengono portati in tribunale. Una negligenza delle società immobiliari che non vogliono sobbarcarsi la spesa di nessuna battaglia legale.

La prossima settimana i parlamentari discuteranno del problema durante il Consiglio sull’housing. I deputati di ogni schieramento sono curiosi di vedere come la ministra degli affari interni Kjsa Ollongren si misurerà con la stringente problematica.

Subaffitti

Hester van Buren, direttrice della società immobilitare Rochdale, ha dichiarato su DutchNews.nl che spetterebbe agli acquirenti insospettirsi nel momento nel momento in cui venisse negato loro di registrarsi legalmente in un’abitazione.

“Se la situazione non è chiara ci si può rivolgere ai coinquilini per risalire alla società immobiliare a cui appartiene l’abitazione” dice. “Se l’affitto non viene pagato direttamente a questa società, chiaramente ci si trova in una situazione illegale”.

Gli affittuari preoccupati per la propria situazione possono chiedere aiuto alla fondazione Woon. L’associazione si occupa infatti di indirizzare locatari e ha una sezione dedicata ai residenti internazionali.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!