+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

MELTIN'POT NL

Studio UE: in Italia e Olanda i musulmani europei più discriminati

Il ricercatore Friso Roscam Abbing non sa giustificare la posizione bassa dell'Olanda se non che i musulmani nei Paesi Bassi siano più disposti ad esprimere le loro preoccupazioni



I musulmani olandesi e italiani subiscono maggiori discriminazioni rispetto ai musulmani in altri paesi dell’Unione europea: a dirlo è uno studio condotto tra 10.000 musulmani dall’Agenzia europea per i diritti fondamentali. Dei 15 Stati membri dell’UE oggetto dell’indagine, solo i musulmani in Grecia sperimentano una maggiore discriminazione rispetto a quelli in Italia e Olanda, dice lo studio.

Nei Paesi Bassi il 42 per cento dei musulmani subisce discriminazioni a causa dell’origine etnica, rispetto al 27 per cento in altri paesi intervistati. E il 30% si sente discriminato a causa della loro religione, rispetto al 17% negli altri paesi. La ricerca approfondisce anche il discorso della profilazione etnica: i musulmani olandesi la sperimentano il doppio rispetto a quelli degli altri paesi.

I musulmani hanno difficoltà a trovare una casa per via dei loro nomi o datori di lavoro rifiutano di concedere giorni di riposo in occasione delle festività religiose. Secondo lo studio i musulmani ritengono che sia più difficile trovare case e lavoro, ottenere assistenza medica e sia per loro più difficile accedere a luoghi pubblici come caffè e discoteche.

Il ricercatore Friso Roscam Abbing non sa giustificare la posizione bassa dell’Olanda se non con la spiegazione che i musulmani nei Paesi Bassi siano più disposti ad esprimere le loro preoccupazioni.

Nei rischi insiti con gli atteggiamenti discriminatori c’è il calo di fiducia nella società e nello stato di diritto. “Attualmente questa fiducia è ancora alta, in questo senso lo studio è positivo”, ha dichiarato Roscam Abbing all’emittente NOS. “Ma se le persone sono sistematicamente vittime di discriminazione, la fiducia comincia a scemare. Non v’è alcun legame diretto tra discriminazione ed estremismo, ma la sensazione di essere esclusi rende più esposti ad idee alternative come l’estremismo“.

Tra le raccomandazioni inoltre un sistema in cui le persone possano richiedere un lavoro in forma anonima. “È inaccettabile che tu non sia invitato a presentare una domanda per un lavoro o a vedere una casa perché ti chiami Al-Hawadi e non De Vries. Questo è davvero folle” avrebbe detto il ricercatore.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!