Il primo settembre erano 64mila i rifugiati siriani registrati nei comuni olandesi. Lo dicono delle statistiche pubblicate mercoledì 28 settembre. Molti di loro facevano parte del massiccio gruppo di richiedenti asilo approdati nel territorio tra l’inizio del 2014 e la fine del 2015.

Ai rifugiati in possesso di un permesso di soggiorno ospitati nei centri di accoglienza per almeno 6 mesi è consentito chiedere di venire registrati presso un comune come cittadini
La quota corrente, che raggiunge i 64mila siriani, costituisce circa lo 0.4 per cento della popolazione olandese e circa 49mila sono arrivati tra il 2014 ed il primo settembre di quest’anno, distribuendosi via via lungo tutto il territorio.

In termini assoluti, Amsterdam detiene il più alto numero di siriani, vale a dire 1.414, Rotterdam si trova al secondo posto con 1.263 e Utrecht al terzo con 963.

In relazione alla dimensione della popolazione, i comuni che detengono strutture di accoglienza ospitano per lo più rifugiati siriani, ed i richiedenti asilo registrati negli stessi, nella maggior parte dei casi stanno aspettando di ricevere una diversa sistemazione. Circa un quinto dei 49mila profughi che hanno lasciato il territorio siriano con direzione l’Olanda, al 1 settembre viveva ancora in un centro di accoglienza.