Un nuovo rapporto della fondazione di ricerca sulla sicurezza stradale olandese sostiene che se i ciclisti nei Paesi Bassi indossassero sempre un casco, ci sarebbero 85 morti stradali in meno all’anno.

La ricerca, che si basa su una meta-analisi globale del 2018 ha rilevato che le lesioni alla testa verrebbero così ridotte di 1/3, ciò significherebbe 2.600 incidenti stradali in meno all’anno.

Il rapporto suggerisce che l’effetto più significativo sarebbe su persone con più di 70 anni, con 50 morti e 900 feriti in meno. “Questa stima è molto più elevata rispetto a quella precedente del SWOV”, hanno detto i ricercatori nella loro sintesi pubblicata giovedì.

Ma i caschi obbligatori per le bici non sarebbero facilmente “vendibili”, spiega l’associazione: qualora il governo introducesse un obbligo, ammette SWOV, si registrerebbe certamente un calo nel numero di ciclisti in strada.