“Il 24 novembre invieremo Tikkies in massa a Mark Rutte con il nostro debito di studio. Vogliamo indietro i nostri soldi perché noi siamo quelli finiti tra l’abolizione e la reintroduzione della sovvenzione di base. L’iniziatore, per inciso, non sembra avere il numero 06 del primo ministro per fare richieste di pagamento. Sotto la chiamata su Facebook c’è un numero di cellulare del VVD.

Il VVD afferma di aver ricevuto dozzine di Tikkies martedì, spesso per 750 euro, l’importo massimo che può essere richiesto nell’app. “Fantastico che gli studenti siano così coinvolti nel loro futuro e facciano sentire la loro voce in questo modo originale”, afferma un portavoce.

Youri Hoogewoning, uno studente di Fontys Hogescholen, ha iniziato l’evento di Facebook lunedì, per il quale sono già registrate quasi diecimila persone. Sulla sua pagina Facebook scrive: “Tutto è iniziato come uno scherzo. Partecipa e non lasciare che Mark scappi troppo facilmente! “

Lunedì il Central Bureau of Statistics ha annunciato che il debito degli (ex) studenti quest’anno è di 19,3 miliardi di euro, 1,9 miliardi di euro in più rispetto al 2018. È tempo che il governo abolisca il sistema dei prestiti e compensi questa generazione “, ha detto lunedì.

Il nuovo sistema di prestiti è stato introdotto nell’anno accademico 2015-2016 in sostituzione del sussidio di base. Il debito medio degli studi è quindi aumentato da 12.400 euro (nel 2015) a 13.700 euro quest’anno. La maggioranza nella Camera vuole sbarazzarsi del nuovo sistema ma il governo è contrario.