Con un affitto di 800 euro a camera, lo Student Hotel approfitta della carenza di alloggi nella capitale dice l’organizzazione studentesca LSVb. Lunedi notte l’LSVb e The Student Hotel hanno avviato una discussione sul tema.

Lo Student Hotel è una catena dove studenti olandesi e internazionali possono alloggiare per un semestre o due in un ambiente “all inclusive”: mobili, Wi-Fi, una bicicletta e un salone, sale studio e una palestra. Ma 800 euro al mese, ad Amsterdam certamente non è un affare, ha detto l’associazione studentesca al quotidiano Parool.

Secondo il presidente di LSVb, Jarmo Berkhout, The Student Hotel ha contribuito a peggiorare la situazione del mercato immobiliare favorendo la corsa al rialzo dei prezzi. La catena inoltre, ha aggirato le rigide norme sugli affitti, essendo -tecnicamente- registrata come catena di “hotel”. Per l’associazione di studenti, 800 euro sono troppi, soprattutto da chiedere agli studenti internazionali. Ma a detta del Parool, The Student Hotel si difende sostenendo di essere un grande affare per gli studenti perchè consente di scavalcare le lunghe liste d’attesa per un alloggio universitario e offrirebbe un servizio di qualità.

Tuttavia, un hotel è ancora un hotel. E gli studenti non sono inquilini e non hanno gli stessi diritti degli inquilini di uno studentato, cosi -per The Student Hotel- il contratto può essere interrotto in ogni momento dal management della struttura, senza dover passare per la complessa normativa olandese sugli affitti. L’organizzazione dice ancora al quotidiano di Amsterdam, di voler proporre camere più piccole e più economiche come soluzione possibile ai costi proibitivi. Ma a detta loro, vista l’alta pressione sulla capitale, dell’hotel c’è ancora bisogno.